King Crimson live - Teatro Smeraldo, Milano, 2 maggio 1995

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

King Crimson live - Teatro Smeraldo, Milano, 2 maggio 1995

Messaggio  Nigel il Ven Mag 30, 2008 4:22 pm

Ho visto un’unica volta i King Crimson dal vivo, il 2 maggio del 1995 al teatro Smeraldo di Milano.
Faccio una breve premessa per far capire lo stato emotivo in cui arrivai al concerto.
Avevo scoperto il gruppo circa tre anni prima, tramite un percorso personale che mi aveva portato da Brian Eno a Robert Fripp e quindi ai Crimson. Ne era seguito un periodo di mono-mania pazzesca, in cui avevo cercato di coinvolgere, a volte con successo, anche amici e conoscenti.
Tuttavia, credevo che i King Crimson fossero un gruppo morto e sepolto (l’ultimo album pubblicato, all’epoca, era Three of a Perfect Pair) e mai mi sarei immaginato che potessero rimettersi a suonare insieme, né tantomeno che un giorno avrei potuto vederli in concerto.
Fui quindi enormemente sorpreso quando un amico mi informò che era uscito un nuovo EP del gruppo, intitolato Vrooom. La sorpresa fu ancora più grande quando ascoltai il disco, che lungi dall’essere un mero pretesto per la reunion, conteneva pezzi di altissimo livello (Thrak, Vrooom, Cage, One Time, ecc.). Oltretutto, i Crimson si presentavano in un’inedita formazione “duble trio”, che ampliava i già vastissimi orizzonti sonori del passato.
L’anno successivo uscì Thrak, disco che ho amato ed amo ancora moltissimo, dopodiché arrivò la grande notizia: i King Crimson avrebbero tenuto alcuni concerti in Italia.
Comprai i biglietti il primo giorno di prevendita, concedendomi per la prima volta un posto in “poltronissima” (all’epoca era una spesa folle per me).
Insieme a due amici, arrivai al teatro con circa un’ora e mezza d’anticipo (senza motivo, visto che i posti erano numerati) e ricordo che rimasi un po’ deluso dall’organizzazione: un semplice manifesto annunciava l’evento e nell’ingresso erano in vendita soltanto alcune scialbe magliette con il nuovo logo del gruppo (niente di che, come se fosse un concerto di Niccolò Fabi e non di quello che io consideravo il più grande gruppo al mondo).
Poco a poco, la sala iniziò a riempirsi (tutto esaurito) e guardandoti intorno potevi capire che l’attesa era spasmodica: la maggior parte delle persone erano di mezza età ed erano probabilmente fan di vecchia data che attendevano da anni di vedere il gruppo dal vivo.
In perfetto orario, i Crimson salirono sul palco: Bruford (elegantissimo) e Mastellotto in retroguardia, Gunn e Levin a sinistra e a destra, Fripp davanti sulla sinistra (ovviamente in ombra) e Belew davanti al centro.
Purtroppo, non ricordo l’esatta scaletta, ma i pezzi furono più o meno gli stessi del bellissimo dvd Deja Vrooom.
L’impatto iniziale fu devastante (non ricordo se il primo pezzo fu Vrooom o Thrak), il suono nitidissimo, la precisione esecutiva impeccabile. Ricordo bene, però, che avevo la pelle d’oca e che seguii il concerto quasi in apnea.
Anche l’alternarsi dei brani fu splendido, in perfetto equilibrio fra passato e presente e fra l’anima più heavy e quella più dolce e malinconica del gruppo: Dinosaur, Thrak, One Time, Red, Lark’s Tongues in Aspic II, The Talking drum, Elephant Talk, Matte Kudasai, solo per citarne alcuni.
Alla fine, quando il gruppo salutò e lasciò il palco, mi risvegliai come da un sogno ed ebbi la senzazione che il tutto si fosse svolto in un batter d’occhio.
Poi la band tornò sul palco, richiamata dall’ovazione del pubblico, e regalò l’ultima perla: Walking On Air.
Alla fine di tutto, ci alzammo in piedi e ci guardammo intorno: avevamo tutti la stessa espressione stordita e incredula, con un sorriso beato e vagamente ebete stampato sul volto.
Andammo poi ad attendere i musicisti all’uscita laterale, solo per vederli sbucare ed infilarsi in un pullman dai vetri oscurati. Nessuno chiese autografi (almeno mi pare), forse conoscendo l’avversione di Fripp per queste cose. Volevamo più che altro contemplarli e, come se fossimo gli adepti di un culto pagano, rimanemmo a guardare in silenzio il supergruppo allontanarsi nella notte.
Sono passati tanti anni da quella sera, e probabilmente alcune delle informazioni che ho riportato non sono precise, ma ancora adesso, quando ripenso a ciò che ho visto e sentito, mi vengono i brividi e si rafforza in me la convinzione che nessun concerto, per quanto bello, potrà mai darmi l’emozione che mi diede vedere i Crimson per la prima volta.
avatar
Nigel

Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 30.05.08
Età : 44
Località : Roma (originario di Parma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: King Crimson live - Teatro Smeraldo, Milano, 2 maggio 1995

Messaggio  Starless il Sab Mag 31, 2008 12:31 am

bellisssima recensione davvero!!!
Complimenti, fatta di cuore.
Capisco la tua emezione della prima volta.
Io ci sono passato con i Pink Floyd................
Allo stesso modo, la prima volta che li vidi ero talemnte in apnea e in tensione che non riuscii a ricordare niente del concerto per giorni.
Quando nel 2006 ebbi l'occasione di vedere David Gilmour a milano, lo vidi due serate di seguito proprio perchè la prima sei in tensione, la seocnda ti godi il concerto in pieno relax.
Tornando ai King Crimson, ti dico che mi sono perso un concerto in quegli anni.
Dovevo essere in Piazza dei Cavalieri, la piazza della scuola "normale" di Pisa, nel luglio del 96, ma dovetti rinunciare e non aver visto quel concerto non mi è andato mai giù.
Era un luogo adatto alla loro musica, mi sarebbe piaciuto vederli la.
Averli visti in quel periodo deve essere stata una bella esperienza.

_________________
.......synchronized in sharp focus, tuned with space and time........
avatar
Starless
Admin

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 12.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://kingcrimson.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: King Crimson live - Teatro Smeraldo, Milano, 2 maggio 1995

Messaggio  Nigel il Mar Giu 03, 2008 2:22 pm

Ti ringrazio. L'unico mio rammarico è non essere riuscito a rivederli l'anno seguente alla Fiera di Milano, dove pare che il concerto sia stato ancora più bello (con 21st century schizoid man come pezzo di chiusura! va be', non si può avere tutto).
Visto che parli di Pink Floyd, ti dirò che anche per me fu molto bello vederli dal vivo (nell'89 a Livorno.... mamma mia sono passati quasi vent'anni!!). In particolare, ricordo le note di Shine on you crazy diamond proprio mentre il sole tramontava...... grande momento!
avatar
Nigel

Messaggi : 320
Data d'iscrizione : 30.05.08
Età : 44
Località : Roma (originario di Parma)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: King Crimson live - Teatro Smeraldo, Milano, 2 maggio 1995

Messaggio  Starless il Mar Giu 03, 2008 4:14 pm

eh eh Very Happy

_________________
.......synchronized in sharp focus, tuned with space and time........
avatar
Starless
Admin

Messaggi : 609
Data d'iscrizione : 12.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://kingcrimson.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: King Crimson live - Teatro Smeraldo, Milano, 2 maggio 1995

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum